venerdì 28 agosto 2015

Al museo di sera per il Perdono a Montevarchi

In occasione della Festa del Perdono a Montevarchi (Ar), nel primo weekend di Settembre sarà possibile visitare due dei suoi musei anche di sera, ecco i dettagli:

  1. Museo del Cassero: dal 3 al 6 Settembre 2015 aperto dalle 21.30 alle 23.30;
  2. Museo Paleontologico: nei giorni 4, 5 e 6 Settembre 2015 aperto dalle 21.30 alle 23.30, ingresso gratis per gli under 18.
Novità anche per Villa Masini che sarà aperta per una visita guidata sabato 5 Settembre 2015 alle ore 15.00. Info e prenotazioni: 347 61 09 529.

giovedì 30 luglio 2015

Visita fai da te a Figline Valdarno

Mura medioevali di Toscana
Secondo le presenze alberghiere zona di Figline Valdarno è la più visitata della provincia di Firenze dopo il capoluogo, ma cosa c'è da vedere nel suo centro storico?
Per rendere tutto più semplice ecco una mappa con i luoghi principali per una visita fai da te.
  1. Piazza Marsilio Ficino: Con eleganti loggiati e palazzi storici è la più grande del Valdarno e forse anche la più caratteristica, il nome lo deve al suo cittadino più celebre, il filosofo nato da queste parti nel 1433.
    Piazze di Toscana
  2. La Collegiata di Santa Maria: E' il punto focale di piazza Marsilio Ficino. All'interno si trovano interessanti opere d'arte come ad esempio una Madonna con Bambino tra Angeli e Santi del cosiddetto Maestro da Figline e una pala del 1539 in cui San Romolo offre alla Madonna un vassoio con dentro il Castello di Figline. Da vedere il Museo d'Arte Sacra che si trova nella Sacrestia.
  3. Le Logge Serristori: Sempre in piazza Marsilio Ficino sul lato opposto della chiesa, sono quel che rimane dell'Antico Ospedale voluto dalla famiglia Serristori nel 1399. Il loggiato originale era a due piani, oggi è rimasto solo quello inferiore.Loggiati di Toscana
  4. Palazzo Pretorio: Caratteristica costruzione in pietra del 1300 con affiancata la torre campanaria leggermente pendente da un lato. Sul retro c'è l'altare ai caduti di guerra con una pala in terracotta invetriata del sedicesimo secolo di Benedetto Buglioni. Palazzi di Toscana
  5. Chiesa di San Francesco: E' la più antica chiesa del paese, del 1229. All'interno si trovano molte opere la maggior parte delle quali del XV secolo, di particolare importanza il Reliquiario della Croce Santa. Da vedere anche il Chiostro.
  6. Teatro Garibaldi: Costruito nel 1861 dentro le mura medioevali, ha subito negli anni vicende alterne di splendore e declino. E' stato riaperto al pubblico nel 1995 dopo una radicale ristrutturazione.
    Mura medioevali di Toscana
  7. 8.  9.Mura Medioevali: Sono ancora ben visibili lunghi tratti di mura ben conservate come ad esempio a fianco del teatro in via Del Puglia (al punto 7 della mappa), in via San Romolo proprio dietro il caratteristico giardino dell'antica Villa Casagrande (al punto 8) e dalla Strada Regionale 69 (al punto 9).Mura medioevali di Toscana

venerdì 24 luglio 2015

10 luoghi al fresco tra Chianti e Casentino

Il crinale del Pratomagno
Quando fa molto caldo nella Toscana più interna, scatta la caccia al refrigerio in collina o in montagna, ecco allora 10 luoghi al fresco tra Chianti e Casentino evidenziati nella piantina qui sotto.
  1. Vallombrosa (a 1000 metri di altitudine): è una delle mete più gettonate per la sua foresta, per l'Abbazia e per la vicinanza a Firenze, non mancano punti di ristoro ed aree attrezzate per picnic. 
    Al fresco a Vallombrosa
  2. Croce del Pratomagno (1591 metri): il punto più suggestivo dell'appenino toscano tra Valdarno e Casentino, con le sue vaste praterie in quota dove pascolano libere le mucche. Ai suoi piedi c'è il ristorante "Da Giocondo". 
  3. Monte Secchieta (1449 metri): una delle vette più alte del massiccio del Pratomagno, dove ci sono le pale eoliche che si vedono dalla valle dell'Arno, facile da raggiungere da Vallombrosa. Per pranzi o panini c'è il rifugio Giuntini.
    Luoghi al fresco della Toscana
  4. Bagno di Cetica (1200 metri): in Casentino e a breve distanza dalla panoramica del Pratomagno. La località è conosciuta per le sue acque termali che scorrono fredde a 8 gradi, ma con ottime proprietà terapeutiche. C'è anche un bel parco.
  5. La Consuma (1050 metri): è la porta d'ingresso al Casentino per chi arriva da Firenze. Qui è consigliabile fermarsi non solo per stare all'aria aperta nella sua foresta di abeti,  ma anche per la tipica schiacciata con i funghi.
    Luoghi al fresco in Toscana
  6. Le frazioni montane di Loro Ciuffenna (da 545 a 943 metri): sono una serie di piccoli borghi molto caratteristici arroccati sotto la montagna del Pratomagno tra cui: Rocca Ricciarda, Chiassaia, Gorgiti, Poggio di Loro, Trappola, Anciolina, Modine e San Clemente in Valle.
  7. Monte San Michele (893 metri): è la cima più alta del Chianti, alle porte del Valdarno con un bel parco ai bordi del bosco e vari sentieri segnalati per passeggiate, c'è anche un ristorante che prepara ottimi panini.
    Luoghi al fresco in Toscana
  8. Parco di Cavriglia (600 metri): parco zoo in collina alle porte del Chianti dove si possono vedere lama, scimmie, struzzi ed altre varietà di animali. Per il ristoro c'è l'Osteria del Gallo.
  9. Camaldoli (818 metri il Monastero e 1100 metri l'Eremo): immerso nel verde delle Foreste Casentinesi luogo di pace e contemplazione. 
    Luoghi al fresco in Toscana
  10. Santuario della Verna (1128 metri): un pò scomodo da raggiungere anche per i numerosi tornanti ma qui l'aria è sempre fresca anche d'estate. Oltre ad essere un luogo di culto è, insieme a Camaldoli, la base di partenza ideale per escursioni nella Foresta del Casentino. 

martedì 21 luglio 2015

Aspettare l'alba alla Croce del Pratomagno

Alba in Toscana
La nascita di un nuovo giorno è uno spettacolo della natura che sorprende sempre ad ogni latitudine ed in ogni stagione e uno dei luoghi più suggestivi dove vederla nel cuore della Toscana è dal crinale del Pratomagno.
Ho deciso di fare questa esperienza in una calda notte di metà luglio quando insieme alla mia ragazza ci siamo messi ad aspettare l'alba alla Croce del Pratomagno.
Le sorprese sono iniziate ancor prima di arrivare alla meta quando, in auto lungo la strada, è stato possibile trovare tutti quegli animali che durante la notte si riprendono gli spazi che di giorno l'uomo invade, così abbiamo visto da vicino caprioli, mucche e cavalli allo stato brado oltre alla volpe  ed una lepre che ci osservavano passare sul ciglio della strada.
Alle 4.30 è iniziata la nostra salita a piedi verso la vetta e già a quell'ora sul versante del Casentino si vedeva un bel chiarore.
Ancora una mezz'ora per arrivare alla meta a  e man mano che si saliva, tra le ombre del mattino si riconoscevano le sagome di mucche sdraiate nell'erba, che ci guardavano stranite.
Montagna di Toscana
Arrivati in cima ci siamo messi comodi ad aspettare l'alba e mentre il versante del Valdarno era ancora tutto al buio, nel Casentino all'orizzonte una striscia arancione sempre più intensa  ci preparava all'evento.
Le mie foto non riusciranno mai a descrivere la bellezza di questa meraviglia naturale, comunque ci proverò lo stesso con la sequenza d'immagini che trovate qui sotto:
Prima dell'alba in montagna Toscana
I primi bagliori si riflettono sui vetri del tabernacolo ai piedi della Croce.
Alba alla Croce del Pratomagno

Alba alla Croce del Pratomagno

Alle 5.45 un puntino incandescente all'orizzonte annuncia l'alba.
Spunta l'alba alla Croce del Pratomagno

Alba di Toscana

Alba in Toscana

Vedere l'alba in Toscana
I primi riflessi del sole.
Riflessi di sole in Toscana

Inizia un nuovo giorno alla Croce del Pratomagno, ecco come in un brevissimo video.



mercoledì 8 luglio 2015

7 cose da vedere a Vallombrosa

Al fresco in Toscana

Uno dei luoghi più gettonati dove andare d'estate a cercare un pò di fresco sopra le colline del Valdarno è Vallombrosa, che si trova a 1000 metri di altitudine ed a meno di un'ora di macchina da Firenze.
Molte sono gli spunti d'interesse per un'escursione da queste parti, ecco i principali riassunti nelle 7 cose da vedere:
Abbazia di Toscana
  1. Il Pratone. E' la prima cosa che colpisce l'attenzione quando si arriva qui, un' area aperta spettacolare circondata dalla foresta di abeti dove rilassarsi, prendere il sole e giocare con i bambini. C'è anche un'area attrezzata per fare le grigliate.
  2. L'Abbazia ed il Museo. Fondata nel XI secolo da San Giovanni Gualberto l'Abbazia da fuori ha un aspetto austero con le sue alte mura e la torretta di avvistamento, dentro però è un luogo di pace e serenità dove si trova la bellissima chiesa con numerosi dipinti di pregio ed il Museo in cui sono custoditi antichi manoscritti ed una pala del Ghirlandaio. 
  3. Il Centro Visite. E' il punto di partenza ideale per scoprire tutte le meraviglie della Riserva Biogenetica, accanto c'è anche il Museo Dendrologico, una vera e propria banca del seme di tutte le piante presenti. 
    Parchi della Toscana
  4. Gli Arboreti Sperimentali. In un'area di circa 9 ettari si trova la più importante collezione di piante d'Italia con circa 1800 varietà, la maggior parte esotiche. E' possibile fare escursioni guidate rivolgendosi al Centro Visite. 
    Parchi di Toscana
  5. Il Circuito delle Cappelle. Un percorso di 4,8 km intorno all'Abbazia in cui visitare varie cappelle e tabernacoli legati alla vita di San Giovanni Gualberto.Camminate nei dintorni di Firenze
  6. Il panorama dal Paradisino. A poche centinaia di metri dall'Abbazia, nella strada che sale fino al Monte Secchieta, si trova il Centro Didattico il Paradisino per gli studi in Scienze Forestali, da qui c'è una vista spettacolare da non perdere.
    Foresta Toscana
  7. L'orto botanico in cui sono sono raccolte circa 250 tipi di erbe locali.
Per chi ama fare lunghe passeggiate o trekking, qui può trovare numerosi sentieri ben segnalati che si snodano dentro la sua foresta.
Qui sotto trovate la mappa con le indicazioni per arrivare.

venerdì 3 luglio 2015

La festa medioevale di Laterina 2015: le novità

Feste medioevali di Toscana
Nell'ultimo week end di Luglio a Laterina (Ar) ci sarà la tradizionale festa medioevale, già iscritta all'Albo degli Eventi Storici riconosciuti dalla Regione Toscana, che quest'anno si svolgerà nei giorni di Venerdì 24, Sabato 25 e  Domenica 26. Sono annunciate interessanti novità per l'edizione del 2015 "di ferro e di fuoco", ecco le principali:
  1. L'evento avrà il patrocinio di "Toscana ad Expo 2015" e "Padiglione Italia".
  2. Ci saranno molti più spettacoli itineranti e giochi di fuoco.
  3. Anche i figuranti saranno più numerosi degli anni passati grazie anche alla collaborazione con il gruppo "Le Contrade sul Ciuffenna" di Loro Ciuffenna (Ar).
  4. Gli spettacoli di fine serata del sabato e della domenica saranno eseguiti dai Lux Arcana, arrivati in semifinale nella trasmissione televisiva Italia's Got Talent 2015.
  5. Sarà ampliato il mercato medioevale con la collaborazione dell'Associazione "Fare Medioevale" e con dimostrazioni pratiche di antichi mestieri manuali ormai scomparsi.
  6. Nella serata di venerdì si svolgeranno due conferenze culturali nei giardini della Rocca.Festa medioevale Toscana
Il tutto sarà coordinato come sempre dall'Associazione Culturale "La Rocca" di Laterina e per le vie del castello si potranno trovare vari punti di ristoro con grigliate e prodotti tipici, uno anche per celiaci grazie alla collaborazione con AIC Toscana - Associazione Italiana Celiachia.
Ingresso gratuito.
Per approfondimenti ecco il link con il programma completo 2015..


martedì 30 giugno 2015

I capolavori dei Della Robbia a Galatrona


Pievi di Toscana

Nella campagna di Bucine (Ar) tra Valdarno e Valdambra, ai piedi della torre di Galatrona,  c'è una piccola Pieve in posizione defilata e con un aspetto esteriore quasi anonimo ma che all'interno conserva tre  capolavori di tutto rispetto dei Della Robbia.
Appena entrati sulla destra si trova l'opera più importante da vedere:
  • una grossa fonte battesimale realizzata in terracotta invetriata bianca da Giovanni Della Robbia composta da sei pannelli su cui è raffigurata la vita di San Giovanni Battista e
  • dietro c'è una nicchia incorniciata con la figura del Santo.
Pievi di Toscana
La chiesa, conosciuta anche con il nome di Pieve di San Giovanni Battista a Petrolo, è a tre navate e sulle pareti laterali sono esposti importanti dipinti di artisti toscani del diciassettesimo e diciottesimo secolo.
Pievi del Valdarno
Dietro l'altare in alto spicca un'altro capolavoro dei Della Robbia:

  • un ciborio bianco sempre in terracotta invetriata.
Chiese di Toscana
La Pieve di Galatrona è si può visitare da Aprile alla fine d'Ottobre con orario dalle 16.00 alle 18.00 nei giorni di:
  • Giovedi 
  • Sabato e
  • Domenica

giovedì 18 giugno 2015

Girate le spalle alle balze e state a guardare...

Paesaggi di Toscana

Il posto migliore dove ammirare la bellezza delle Balze del Valdarno è senz'altro a Castelfranco di Sopra (Ar) nel Sentiero dell'acqua zolfinaMa quel paesaggio fantastico offre sorprese da ogni latitudine e se vi capita di visitarlo nella bella stagione, magari a fine primavera, girate le spalle alle balze e state a guardare...sarà una piacevole sorpresa scoprire la meravigliosa campagna toscana in cui sono inserite.
Potete vedere dolci colline ondulate con il grano appena tagliato e le balle di fieno sparse nei campi, pronte per essere immortalate in fotografia, sullo sfondo poi spicca il verde delle vigne ben ordinate che danno un tocco di colore a tutto il paesaggio.

Paesaggio di Toscana

Provate poi a salire la collina ed avvicinarvi il più possibile alle balze per apprezzare ancora meglio tutto quello che c'è da vedere alle vostre spalle e la sorpresa sarà ancora più bella perché:

  • si vede il meraviglioso borgo di Piantravigne con il suo campanile che sbuca dietro un'enorme parete di balze,

Paesaggi di Toscana

  • la veduta d'insieme della tipica campagna toscana da qui è d'avvero impareggiabile.

Campagna Toscana
La bellezza di questo paesaggio non finirà mai di stupire se guardato con occhi diversi.

martedì 9 giugno 2015

Dove mangiare un buon panino a Firenze


Se vi trovate nel centro di Firenze e cercate un posto dove fare uno spuntino o un pranzo veloce senza perdere troppo tempo, ecco alcuni consigli dove mangiare un buon panino a buon prezzo:

Panino con la finocchiona
  1. All'Antico Vinaio in via De' Neri a due passi da Piazza della Signoria. E' uno dei locali con più recensioni al mondo su Tripadvisor ed è sempre affollato di gente ma vale la pena di aspettare perché le schiacciate che preparano sono davvero da leccarsi i baffi e ben farcite. La mia preferita è con la tipica finocchiona toscana, crema di pecorino e melanzane. Costo 5 euro.
  2. I due Fratellini, in via dei Cimatori, una traversa di via Calzaiuoli: ampia la scelta tra 29 tipi di panini a prezzo economico: solo 3 euro. Sono un po' piccoli però e se avete molta fame uno potrebbe non bastare.
  3. Da Nerbone, in zona San Lorenzo dentro il Mercato Centrale a piano terra c'è questo tipico locale fiorentino dove preparano ottimi panini con il bollito ed il lampredotto. E' aperto solo la mattina fino alle 14.00, chiuso la domenica e festivi.
Un panino a Firenze dove

Se cercate un tipico chiosco ambulante dove mangiare il classico panino col lampredotto ecco altri due suggerimenti:
  1. Trippaio Orazio Nencioni alla loggia del Porcellino,
  2. L'Antico Trippaio in Piazza De Cimatori, a due passi da Piazza della Signoria.

mercoledì 27 maggio 2015

Le balze del Valdarno nella Buca delle Fate


Balze della Toscana
Uno dei luoghi più belli dove vedere la meraviglia delle Balze del Valdarno, oltre al sentiero dell'acqua zolfina, è nella cosiddetta "Buca delle Fate" o "Cava delle Fate" che si trova a breve distanza dal piccolo borgo di Montemarciano (Ar).
Il nome un pò da leggenda, attribuito dai contadini della zona, deriva dalle particolari ombre che si possono vedere verso sera intorno a questo fantastico anfiteatro naturale. 
Come si fa per arrivare fino a qui?
Aree protette della Toscana
Il modo migliore è dalla strada delle Cave che collega San Giovanni Valdarno con la frazione della Penna:
Le Balze del Valdarno
Poco prima di arrivare al bivio di Montemarciano c'è un sentiero sulla destra chiuso al transito da una sbarra ma percorribile a piedi, che conduce alla Buca delle Fate dopo circa un chilometro.  
Camminate in Toscana
Per capire meglio dove siamo ecco qui sotto la mappa della zona:


Il periodo migliore per fare questa escursione è in primavera quando i campi in fiore e la verde vegetazione sulle balze regalano scorci di paesaggio inconfondibili.
Grand Canyon di Toscana
Dall'alto la visuale è ancora più spettacolare con terrazze naturali che si affacciano a strapiombo su quei giganti giallognoli.
Da sopra però ci può arrivare solo accompagnati da una guida autorizzata in quanto i terreni sono di proprietà privata e non ci sono sentieri segnalati, per cui da soli potrebbe essere anche pericoloso.
Le balze della Toscana

domenica 17 maggio 2015

Hoe komt u in het hart van Toscane?


Valdarno Superiore, vanwege de strategische ligging tussen Florence en Arezzo en bij de ingang van de Chianti heuvels, wordt beschouwd als de toegangspoort tot het hart van Toscane.
Maar hoe te komen in Valdarno?
De beste oplossing is met de wagen, maar het gebied is goed verbonden met de trein, hier enkele oplossingen:
  • Met de auto 
Er zijn twee afritten van de “Autostrada del Sole” (A1) welke hier aankomen:
1. Valdarno: aanbevolen voor degenen die uit het zuiden komen (vb Arezzo, Rome)
2. Incisa-Reggello: aanbevolen voor degenen die uit het noorden komen (Florence, Milaan);

  • Met de trein 
Met regionale ,snelle trein is het mogelijk om snelle verbindingen naar Florence en Arezzo te hebben, in ongeveer een half uur van de drie grootste stations gelegen in het midden van het dal
(Valdarno =Vallei van de Arno ) zijnde :

1. Figline Valdarno
2. San Giovanni Valdarno
3. Montevarchi - Terranuova

Op de site van Trenitalia is er de volledige dienstregeling.
Hieronder de kaart van het gebied met de twee afritten en de drie belangrijkste stations tussen Florence en Arezzo.

giovedì 14 maggio 2015

Il giardino botanico dell'oasi di Bandella

Giardini botanicii di Toscana

La riserva ed oasi naturale di Bandella, nella valle dell'Arno a Terranuova Bracciolini (Ar), oltre ad offrire la possibilità di passeggiate libere nei suoi sentieri e gite in barca, ha anche un piccolo giardino botanico attrezzato dove organizzare visite di gruppo su prenotazione.
Si trova in un'area recintata subito dopo il molo d'imbarco, per chi arriva dall'autostrada e dal Centro Visite di Monticello.
Il terreno su cui è stata ricavata presenta molte varietà di piante, anche da frutto in quanto una volta era coltivato dai contadini di Castiglioncello, la casa colonica qui posizionata su uno sprone di roccia, di cui oggi rimangono visibili solo i quattro gradini d'ingresso.
Ecco quello che si può vedere all'interno del giardino botanico dell'oasi di Bandella:

Giardini botanici di Toscana
  • bacheche informative che spiegano tutte le piante presenti e gli animali che si possono vedere,
  • affacci sull'Arno da cartolina,
  • punti di avvistamento esclusivi dove fare birdwatching per spiare aironi, cormorani e tutti gli atri uccelli dell'oasi;
  • area di sosta attrezzata con panchine ben riparate dal sole sotto la folta vegetazione.
Birdwatching in Toscana
La visita è particolarmente indicata per famiglie con bambini.
Per informazioni contattare l'associazione Alcedo Ambiente tramite mail a info@alcedoambiente.com o per telefono a questo numero: 055.53.57.501.