lunedì 13 aprile 2015

Cosa c'è da vedere a San Giovanni Valdarno

Palazzi storici della Toscana
Il paese più centrale dal punto di vista geografico e forse anche il più rappresentativo di tutto il Valdarno Superiore è San Giovanni Valdarno conosciuto principalmente come città natale del Masaccio.
Ricco di storia da raccontare, a partire dalla sua originale pianta urbana disegnata da Arnolfo di Cambio quando si chiamava Castel San Giovanni, offre molti spunti interessanti per una visita.
Borghi medioevali di Toscana

Se però non avete molto tempo ecco sette suggerimenti su cosa c'è da vedere a San Giovanni Valdarno:
  • 1. Il Palazzo d'Arnolfo, è il punto focale di tutto il centro storico, l'edificio più rappresentativo della città e forse di tutto il Valdarno Superiore. Soffermatevi ad osservare gli innumerevoli stemmi dei Vicari Fiorentini che si trovano sulla facciata ed all'interno e che testimoniano tutta l'importanza di questo edificio fin dal medioevo. Oggi è sede del Museo delle Terre Nuove ed in una sala interna è ben spiegata tutta la sua storia e la trasformazione nel tempo.
  • 2. La Basilica di Santa Maria delle Grazie, edificata in seguito ad un miracolo attribuito all'immagine della Vergine che si trovava sulla torre esterna della porta d'accesso principale all'antico castello: "Il Miracolo di Monna Tancia". 
Chiese della Toscana

Da notare l'originale entrata della chiesa alle spalle dell'altare perchè costruita intorno all'immagine di quella Madonna che non è mai stata spostata dalla sua sede originale. Al piano inferiore, all'ingresso della Cappella di Monna Tancia, c'è una bellissima lunetta di Giovanni della Robbia.

Della Robbia in Toscana
Miracoli in Toscana
  • 3. Di fianco si trova il Museo della Basilica con molte opere di rilievo provenienti da tutte le chiese del paese tra cui spicca "L'Annunciazione" del Beato Angelico.
  • 4. Accanto al museo ecco la Chiesa di San Lorenzo ben riconoscibile da fuori con la sua facciata a mattoncini rossi. All'interno si trovano resti di affreschi dello Scheggia e la raffigurazione di un vescovo ignoto, molto simile nelle sembianze ai personaggi del Trittico di San Giovenale che si trova a Cascia di Reggello (Fi), per questo sembra essere stata eseguita dal Masaccio in giovane età. La chiesa lega il suo nome anche alla leggenda dell'uomo murato ritrovato alla fine del settecento all'interno di una nicchia in uno dei pilastri. 
Chiese di Toscana
  • 5. In piazza Cavour si trova la prima chiesa edificata nell'antico castello, la Pieve di San Giovanni Battista, oggi non più utilizzata per funzioni religiose ma trasformata in spazio espositivo per importanti mostre e concerti.
Ex chiese di Toscana
  • 6. Al civico 83 di Corso Italia, l'antica Via Maestra, c'è la Casa Natale del Masaccio oggi sede di importanti mostre d'arte contemporanea.
  • 7. In Via Cesare Battisti da vedere i resti delle antiche mura medioevali.
Mura medioevali di Toscana

Molti altri sono gli spunti d'interesse della città come ad esempio le chiese minori di Santa Lucia e quella della Santissima Annunziata, i suoi palazzi storici come il Palazzaccio ed i magnifici scorci che si posso ammirare dalle due piazze principali, piazza Cavour e piazza Masaccio, divise dal Palazzo d'Arnolfo.
Ecco la mappa delle attrazioni indicate.

giovedì 2 aprile 2015

Torre di Galatrona: aperta anche il giovedì

Torri medioevali in Toscana

Dal 2 Aprile 2015 riapre la Torre di Galatrona a Bucine (Ar), uno dei punti più spettacolari dove ammirare il panorama tra Valdarno e Valdambra (VEDI QUI)
Quest'anno per la prima volta sarà aperta anche il giovedì oltre al sabato e la domenica.
Questi gli orari:
  • Giovedi: dalle 16.00 alle 18.00
  • Sabato: dalle 15.00 alle 19.00
  • Domenica: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
Porte aperte anche per la Pieve di Galatrona nei giorni di:
  • Giovedi: dalle 16.00 alle 18.00
  • Domenica: dalle 16.00 alle 18.00
Il Torrione resterà aperto anche:
  •  il Lunedi di Pasqua (6 Aprile)
  • il 25 Aprile 
  • il 1° Maggio, 
La chiusura è prevista per il 31 Ottobre 2015.
Ingresso gratuito.
Qui sotto la mappa per arrivare alla Torre e alla Pieve di Galatrona.



lunedì 30 marzo 2015

Come arrivare e come muoversi in Valdarno

Come muoversi in Toscana

Il Valdarno Superiore, grazie alla sua posizione strategica dove si trova, a metà strada tra Firenze ed Arezzo e all'ingresso delle colline del Chianti, è da considerarsi la porta d'accesso al cuore della Toscana.
Ma come si fa ad arrivare in Valdarno?
La soluzione migliore è in auto ma la zona è ben collegata anche con il treno, ecco tutte le soluzioni:


  • In auto
Ci sono ben due uscite dell'Autostrada del Sole (A1) che arrivano qui:

  1. Valdarno: consigliata per chi arriva da sud (Arezzo, Roma)
  2. Incisa-Reggello: consigliata per chi arriva da nord (Firenze, Milano)
  • In treno
Grazie ai treni regionali veloci è possibile avere rapidi collegamenti con Firenze ed Arezzo in circa mezz'ora dalle tre stazioni più grandi che si trovano a valle e sono:
  1. Figline Valdarno
  2. San Giovanni Valdarno
  3. Montevarchi - Terranuova
Sul sito di Trenitalia ci sono tutti gli orari.
Qui sotto trovate la mappa della zona con indicati i due caselli dell'autostrada e le tre principali stazioni ferroviarie del tratto Firenze-Arezzo.

Come muoversi nel Valdarno
Il modo migliore di come muoversi e spostarsi nel Valdarno Superiore è con l'auto e nella bella stagione con la moto con cui si può arrivare meglio nelle zone più collinari che sono le più belle da visitare.
Come muoversi in Toscana

Per chi invece preferisce i mezzi pubblici può sfruttare la linea ferroviaria che copre gran parte del territorio con altre stazioni locali a scorrimento lento che sono:

  1. Rignano Sull'Arno - Reggello (la stazione più vicina all'outlet "The Mall")
  2. Incisa Valdarno
  3. Laterina
  4. Bucine
E' possibile spostarsi anche in autobus consultando gli orari sul sito Etruria Mobilità per il Valdarno Aretino e su Autolinee Chianti Valdarno per quello Fiorentino.
Per spostamenti più lunghi all'interno della regione visitate anche il sito Muoversi in Toscana.

mercoledì 25 marzo 2015

Gita fuori porta nel cuore d'Arezzo

Cosa c'è da vedere ad Arezzo

Arezzo è una città tutta da scoprire, fuori dai classici itinerari turistici della Toscana che preferiscono le vicine Firenze e Siena molto più gettonate.
In seguito al bellissimo film di Benigni "La vita è bella" del 1997 ("Life is beautiful") di cui molte scene sono state girare nei luoghi più suggestivi della città, ed al restauro della Cappella Bacci con gli affreschi di Piero della Francesca (terminato nel 2000), Arezzo ha iniziato una graduale riscoperta da parte di tanti turisti.
Chiese d'Arezzo

E' conosciuta anche come la città delle tre croci per tre importanti opere pittoriche:
1. Il Crocifisso di Cimabue nella Chiesa di San Domenico,
2. Il Crocifisso del Maestro di San Francesco, contemporaneo di Cimabue, nella chiesa di San Francesco,
3. Il Crocifisso di Segna di Bonaventura, all'interno della Badia.



Grazie ai rapidi collegamenti sia in treno che in auto dal Valdarno Superiore è molto facile organizzare una gita fuori porta nel cuore d'Arezzo raggiungibile in appena mezz'ora, la seconda opzione è comunque la migliore in quanto il centro storico è tutto a portata di mano dalla stazione.

Campanili d'Italia

Appena arrivati la prima cosa che colpisce l'attenzione è la Cattedrale dei Santi Pietro e Donato ed il suo campanile che svetta sulla cima del colle. La visita nel centro storico è un lento avvicinarsi alla chiesa ed ai giardini del Prato, tra antiche strade lastricate in pietra e scorci fotografici molto gradevoli, specialmente su Corso Italia.

Centri storici della Toscana

Centro storico Arezzo

Ma quale sono le cose più importanti da vedere ad Arezzo?

  • 1. La Cappella Bacci all'interno della Basilica di San Francesco, in cui si trova uno dei capolavori di Pietro della Francesca: La leggenda della Vera CroceL'ingresso costa 8,00 euro ma ne vale la pena specialmente per la dettagliata spiegazione delle guide;                                                              
Opere di Piero della Francesca
  • 3. Piazza Grande con la maestosa chiesa di Santa Maria della Pieve, il Palazzo della Fraternità dei Laici ed il Loggiato del Vasari;
Piazze d'Italia

Da vedere anche:
Arezzo inoltre ha un fascino particolare ogni prima domenica del mese ed il sabato precedente, quando c'è la tradizionale Fiera Antiquaria ed il terzo sabato di Giugno  e la prima domenica di Settembre con la Giostra del Saracino.
Qui sotto la mappa del centro storico e l'itinerario suggerito con partenza dalla stazione.


giovedì 19 marzo 2015

Camminate in Valdarno: itinerari e suggerimenti

Trekking e camminate in Toscana

La zona del Valdarno Superiore, a metà strada tra Firenze ed Arezzo, ha un enorme quantità di sentieri segnalati stimati in circa 1000 chilometri! Un dato molto significativo, nonostante la limitata estensione di quest'area, che si può riscontrare solo in alcuni territori montani del nord Italia.
Ma come si fa per trovarli?
Per chi vuole fare camminate o trekking in Valdarno ecco qui alcuni siti e link con itinerari e suggerimenti:
Camminate in Toscana

  • C.A.I. Valdarno Superiore - Con tutti i sentieri ufficiali ben dettagliati che spaziano dal Pratomango al Valdarno fino alle colline del Chianti;
  • Croce del Pratomagno - Ci sono 10 sentieri C.A.I. di collina e di montagna, con tutte le informazioni necessarie;
  • Reggello Natura Con tutti gli itinerari delle Balze di Reggello e della Foresta di San'Antonio, scaricabili anche in formato PDF;;
  • I sentieri dell'Alta Valdambra - 4 percorsi nel comune di Bucine (Ar) da fare a piedi, in mountain bike o a cavallo;
Camminate in Toscana

Se volete qualche suggerimento più specifico:
  1. Il sentiero dell'acqua zolfina- E' il percorso più bello e scenografico per ammirare le Balze del Valdarno. Itinerario ad anello di circa 5 km a Castelfranco di Sopra (Ar). 
  2. La riserva naturale di Bandella - Un percorso ad anello di 8,2 km che consente di scoprire la parte più bella della Valle dell'Arno;
  3. Circuito delle Cappelle nella Foresta di Vallombrosa - 2 itinerari per scoprire in modo suggestivo la Foresta di Vallombrosa: uno parziale di circa 3 km e l'altro completo di 5km;
  4. Circuito delle Cappelle nella Foresta di Vallombrosa - 2 itinerari per scoprire in modo suggestivo la Foresta di Vallombrosa: uno parziale di circa 3 km e l'altro completo di 5 km;
  5. L'altopiano di Loppiano - Circuito ad anello molto panoramico sulle colline d'Incisa Valdarno (Fi) di 5 chilometri e mezzo.
  6. La Garzaia di Figline Valdarno - Percorso lineare di circa 6 km negli argini dell'Arno tra San Giovanni Valdarno e Figline, molto scenografico in primavera;
  7. La via dell'olio - Percorso ad anello di circa 10 chilometri nel comune di Pergine Valdarno (Ar) .
Camminate in Toscana

Se invece preferite fare escursioni guidate seguire le pagine Facebook di Alcedo Ambiente e Geco Ambiente con proposte interessanti per tutti dalla primavera all'autunno.

lunedì 16 marzo 2015

I migliori outlet di alta moda della Toscana

Outlet Toscana

Uno dei fattori principali che inducono tanti turisti a visitare la Toscana è fare lo shopping negli outlet più esclusivi che propongono prodotti "Made in Italy" e delle più grandi firme internazionali a prezzi scontati,
  • ma dove si trovano i migliori outlet di alta moda della Toscana?
I più richiesti sono alle porte di Firenze nella zona del Valdarno Superiore:

  1. The Mall luxury Outlet
  2. Dolce & Gabbana Outlet
  3. Prada Space Outlet
Outlet Toscana

Proprio nelle vicinanze di "The Mall" ce ne sono anche altri sempre con marchi di prestigio, inoltre da qui siamo proprio a metà strada fra altri due importanti outlet della Toscana raggiungibili dal Valdarno Superiore in circa mezz'ora di macchina:

  1. Barberino Designer Outlet (a nord di Firenze),
  2. Valdichiana Outlet Village (a sud di Firenze).
Ecco l'elenco completo:
E' il centro outlet di alta moda più importante e più famoso della Toscana, in continua espansione dove si possono trovare le firme più prestigiose della moda italiana ed internazionale, si trova a 8 chilometri dall'uscita Incisa-Reggello, nella frazione di Leccio, ai piedi dello straordinario Castello di Sammezzano. Tra i vari negozi da segnalare il Gucci Factory Outlet con terrazza panoramica. .
Outlet Toscana

I marchi principali
- Gucci
- Prada
- Giorgio Armani
- Valentino
- Ferragamo
- Tod's
- Loro Piana
- Roberto Cavalli
-Burberry

Orario: aperto dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 19.00, in Giugno, Luglio ed Agosto la chiusura è alle ore 20.00.
Indirizzo: Via Europa, 8 Leccio - 50066 Reggello (Fi)
Telefono: 055 865 7775.

  • Dolce & Gabbana Outlet
Spaccio aziendale a 4 chilometri da The Mall.
Orario: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00 - domenica dalle 15.00 alle 19.00
Indirizzo: Via Santa Maria Maddalena, 49 - 50064 Figline e Incisa Valdarno (Fi)
Telefono: 055 833 13 00.

  • Prada Space Outlet
Lo spaccio di Prada e Miu Miu è una delle mete più gettonate, a circa 8 chilometri dall'uscita Valdarno dell'A1, conosciuto anche con il nome di "I Pellettieri d'Italia".
Orario: aperto dal lunedì alla domenica dalle 10.30 alle 20.00.
Indirizzo: Via Aretina , 63 località Levanella - 52025 Montevarchi (Ar)
Telefono: 055 91 19 01.

A breve distanza dallo spaccio di Dolce & Gabbana si trova questa galleria commerciale con circa dieci negozi.
I principali marchi presenti: Geox, Timberland, Cruciani, Cuoieria Fiorentina, Playlife e Calzedonia.
Orario: aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00.
Indirizzo: Località Santa Maria Maddalena - 50064 Figline e Incisa Valdarno (Fi)
Outlet Toscana
Centro commerciale con circa venti negozi, a 2 chilometri da "The Mall" e a 6 chilometri dall'uscita Incisa-Reggello.
Tra i marchi presenti: Versace, Trussardi, Polo Ralph Laurent, Blauer, Caleffi.
Orario: aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00.
Indirizzo: Località Ruota al Mandò - 50066 Reggello (Fi)
Telefono: 055. 865 7798.
Outlet Toscana

Ampio punto vendita ben assortito di prodotti artigianali in pelle, dalle borse, alle scarpe ed accessori vari.
Si trova a 500 metri dall'uscita Incisa - Reggello.
Orario: aperto dal lunedì al sabato dalle 09.00 alle 19.30 - domenica dalle 10.00 alle 19.30.
Indirizzo: Via dei Ciliegi, 25 - 50066 Reggello (Fi)
Telefono: 055 866 21 91.
Outlet Toscana


Calzaturificio artigianale ed accessori vari in pelle. Il negozio principale si trova in Valdambra a metà strada tra Siena ed il Valdarno Superiore, ma ce ne sono altri sparsi in tutta la Toscana.
Orario: aperto dal lunedì al sabato dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00; la domenica dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
Indirizzo: Via Dante Alighieri, 83 - 52020 Ambra (Ar).
Telefono: 055.99.68.20.

Vasto centro commerciale a 30 minuti da Firenze e meno di un'ora dal Valdarno Superiore.
Orario: aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 20.00, sabato e domenica chiude alle 21.00.
Indirizzo: Via Meucci snc, 50031 Barberino del Mugello (Fi). 
Telefono: 055 84 21 61.


Villaggio commerciale ben organizzato, nei pressi dell'uscita Valdichiana, a mezz'ora dal Valdarno Superiore e circa un'ora da Firenze.
Orario: aperto dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 20.00.
Indirizzo: Via Enzo Ferrari, 5 - 52045 Foiano della Chiana (Ar).
Telefono: 0575 64 99 26.

Per facilitare la ricerca ecco sotto la mappa per come arrivare a tutti gli outlet indicati, la zona evidenziata in giallo è il Valdarno Superiore, se volete visitarli tutti e dormire almeno una notte da queste parti vi suggerisco di guardare anche il post su come cercare un hotel nel cuore della Toscana.

martedì 10 marzo 2015

Cibo in strada il 15 Marzo a San Giovanni V.no


Domenica 15 Marzo nel centro storico di San Giovanni Valdarno (Ar) dalle 10.00 alle 20.00 torna il tradizionale appuntamento di "Cibo in strada", ecco le principali attrazioni:
  1. Stand gastronomici in tutto il Corso Italia con degustazione dei principali "street food": dal lampredotto, ai fritti, alla carne alla griglia, panini e dolci di vario genere.
  2. Sotto il loggiato del Palazzo d'Arnolfo ci sarà un simpatico show in cui gruppo femminile di chef dimostreranno come cucinare piatti da re anche con ingredienti poveri.
  3. "La banda dei piccoli chef ", laboratorio didattico per bambini.
  4. Prove gratuite di golf per grandi e piccoli nel campo  che sarà allestito in Piazza Cavour.
  5. Al Museo delle Terre Nuove visite guidate per adulti alle ore 15.00 e attività didattiche per famiglie con bambini alle ore 16.30 (Vedi qui).
  6. Fiori di carta al museo: Dalle 16.00 alle 17.30 presso il Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie laboratorio per bambini su prenotazione per la costruzione di mazzolini di fiori di carta (Vedi qui).

venerdì 6 marzo 2015

Come cercare un ristorante nel Valdarno

Ristoranti nel cuore della Toscana

Ce ne sono tanti per tutti i gusti e tutte le tasche ma se non si conoscono come si fa a cercare un ristorante  o una pizzeria nel Valdarno Superiore?
La prima idea che viene in mente è guardare su Tripadvisor ma (come ho scritto in un altro post su come trovare un hotel nel cuore della Toscana), nel più famoso motore di ricerca di turismo e viaggi il Valdarno come destinazione geografica non esiste! La stessa cosa vale per quasi tutti i portali enogastronomici.
E allora?
Ci sono due siti che rispondono a questa domanda, uno a carattere nazionale e l'alto locale:
  1. 2Spaghi
  2. Ristoranti del Valdarno
2spaghi è un portale attivo dal 2006 in cui ognuno può condividere i propri ristoranti preferiti. Facendo una rapida ricerca è possibile trovare un'ampia lista di quelli del Valdarno.
Ecco come fare:
Nella barra di ricerca della home page al posto di "Ristorante, Hotel, caratteristiche, etnia" scrivete "Valdarno" e avviate la ricerca, si aprirà una lunga lista  che potete filtrare a seconda delle vostre esigenze, alcuni hanno anche le recensioni (vedi qui).

Come cercare un ristorante nel cuore della Toscana

Ristoranti del Valdarno invece è un sito locale più dettagliato, con la mappa della zona e la segnalazione di vari eventi ed iniziative dei ristoranti indicati.
Anche qui è possibile filtrare la ricerca secondo vari parametri:
  • il tipo di menù (carne, pesce, pizza, vegetariano o celiaco)
  • pranzo o a cena
  • al chiuso o all'aperto
  • fascia di prezzo
Ci sono anche le offerte speciali per il proprio compleanno.

Come cercare un ristorante nel cuore della Toscana

Volete qualche suggerimento?
Eccone due molto diversi fra di loro:
  • 1. Osteria il Fiasco in località Faella, frazione di Castelfranco Piandiscò (Ar). Tipica trattoria Toscana a gestione familiare apprezzata per la sua cucina casareccia. Il locale è piccolo per cui è sempre meglio prenotare. Telefono: 055 96 50 48.
  • 2. Osteria Il Canto del Maggio nell'incantevole frazione di Penna Alta a Terranuova Bracciolini (Ar). Ben curato con cucina tipica  locale ed utilizzo di prodotti del proprio orto, è anche un albergo diffuso. Telefono: 055 970 5147.

giovedì 26 febbraio 2015

Tutti i musei del Valdarno Superiore

Musei Valdarno Toscana

In questa pagina trovate tutti i musei da vedere nel Valdarno Superiore, sia del versante aretino che fiorentino, di ognuno sono indicate le informazioni principali:
  1. dove si trova,
  2. la principale attrazione da vedere,
  3. l'orario di apertura
  4. un link di approfondimento.
In fondo a questo post trovate anche la mappa completa di tutti i musei qui sotto elencati.
Ecco la lista:

Si trova in via Poggio Bracciolini passando attraverso il bellissimo Chiostro di Cennano.
Recentemente ristrutturato, è il più rappresentativo di tutto il Valdarno, ospita una vasta raccolta di fossili animali e vegetali preistorici ritrovati qui nel Valdarno oltre alla Biblioteca Valdarnese del Poggio.
Orario: dal giovedì alla domenica in questi orari: 10-13 e 15-18.

Musei Valdarno Toscana

Situato nel centro di San Giovanni Valdarno, nei locali del bellissimo Palazzo D'Arnolfo ed inaugurato nel 2013, narra la storia delle Terre Nuove Toscane edificate nel medioevo e volute dalla vicina Firenze.
Orario: dal martedi al venerdi con orario 10-13 mentre il sabato e la domenica 10-13 e 15-18.

Dietro la Pieve romanica di San Pietro, all'interno si trova il famoso "Trittico di San Giovenale", conosciuto anche come "Trittico del Masaccio".
Orario: martedi e giovedi dalle 15.00 alle 19.30; sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.30.

Musei Valdarno Toscana

In Piazza Masaccio, accanto alla Basilica di Santa Maria delle Grazie c'è l'omonimo museo che raccoglie numerosi dipinti provenienti da varie chiese del paese tra cui spicca "L'Annunciazione" del Beato Angelico.
Orario: 10-13 e 14.30-18.30 nel periodo dell'ora legale: 15.30-18.30 nel periodo dell'ora solare.
Chiuso lunedi e martedi.

Musei Valdarno Toscana

Nella prestigiosa sede del Cassero di Montevarchi, ospita una collezione di più di cinquecento opere italiane dell'Ottocento e Novecento.
Orario: dal giovedi alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Musei Valdarno Toscana

Adiacente alla Collegiata di San Lorenzo, da vedere la sala delle "robbiane" (tra cui spicca un magnifico Tempietto di Andrea della Robbia decorato da ceramiche invetriate) e la Reliquia del Sacro Latte della Madonna.
Orario: giovedi dalle 10.00 alle 12.00;  sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00.

Nella casa natale del famoso pittore valdarnese, in Corso Italia al numero 83, sede della Collezione Comune d'Arte Moderna e Contemporanea.
Orario: feriali dalle 15.00 alle 19.00; festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Ingresso libero.

Qui si trovano oggetti di indubbio valore tra cui spicca una pala del Ghirlandaio raffigurante la Madonna col Bambino.
Orario: tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Nel vecchio borgo di Castelnuovo dei Sabbioni, racconta la storia del bacino minerario di Cavriglia attraverso un percorso multimediale.
Orario: mercoledi e venerdi dalle 10.00 alle 13.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Musei Valdarno Toscana


Al piano terreno del Palazzo Comunale di Loro Ciuffenna (Ar) c'è il Museo e la Casa di Venturino Venturi, l'Atelier dello scultore dove ha vissuti gli ultimi anni, 
Orario
- dal 24 aprile al 15 giugno festivi e prefestivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00;
- dal 16 giugno al 15 settembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 tutti i giorni, chiuso il martedi;
- dal 16 settembre al 24 aprile dalle 16.00 alle 19.00 solo festivi e prefestivi.

Allestito nella canonica della Pieve romanica di San Romolo a Gaville, con una collezione di oltre 6.500 pezzi, racconta in modo molto realistico la vita contadina di un tempo della popolazione locale, tra i vari oggetti spicca un frantoio in pietra del 1729.
Orario: aperto solo la domenica dalle 15.00 alle 18.00 dal 1 Aprile al 30 Giugno e dal 1 Settembre al 30 Ottobre. Per visite in altri giorni telefonare a questo numero: 055 95 01 071.

Musei Valdarno Toscana

Piccolo museo ma con opere di pregio, allestito nella Sacrestia e nei locali adiacenti la Collegiata in Piazza Marsilio Ficino. Tra le varie opere esposte c'è "Il Martirio di San Lorenzo", un enorme tavola del Cigoli datata 1590.
Orario: Visite su appuntamento telefonando alla parrocchia: 055 85 95 18.

Nell'oratorio della Pieve di San Giovanni Battista a Cavriglia, da segnalare l'angelo in terracotta invetriata attribuito a Benedetto da Buglioni.
Orario: Visite su appuntamento. Tel: 055 96 60 005.

Nei locali di Villa San Cerbone annessa all'attuale Ospedale Serristori si trova questa antica spezieria che pochi conoscono anche perché è visitabile su appuntamento e non sempre. Da vedere "L'Annunciazione" del Cigoli e la "Sala Rossa" dove sono conservati due mortai e varie ampolle fabbricati del seicento.
Orario: Visite solo su appuntamento telefonando agli uffici comunali: 055 91 25 265.

Si trova in via Castellana, 23. Il suo nome deriva dal Crocifisso ligneo d'inizio cinquecento qui conservato. Da vedere anche la tavola mutile della Madonna col Bambino del Maestro da Barberino datata tra il 1358 e 1359.
Orario: Visite su prenotazione telefonando agli uffici comunali a questo numero: 055 915 52 65.

Nella frazione di San Pancrazio a Bucine e testimonia la strage avvenuta il 29 giugno 1944 da parte delle truppe tedesche. Il museo è allestito proprio nell'antico edificio che i soldati misero a fuoco.
Orario: Visite su prenotazione. Tel: 055 99 55 526.

Situato in località Casalone al numero 76, è un museo a cielo aperto in quanto è uno dei roseti più grandi al mondo con oltre settemila varietà di rose, creato personalmente dal prof. Gianfranco Fineschi, famoso per aver operato anche il Papa Giovanni Paolo II°.
Orario: E' visitabile tutti giorni dalla prima domenica di maggio all'ultima di giugno.

Musei Valdarno Toscana

Ecco la mappa di tutti i musei del Valdarno

giovedì 19 febbraio 2015

Cosa vedere nel Valdarno: la mappa



Ecco la mappa di cosa c'è da vedere nel Valdarno Superiore tra Firenze ed Arezzo, sia nel versante fiorentino che aretino:
ingranditela e cliccate sopra i vari simboli, troverete i link di approfondimento delle attrazioni segnalate.
Qui sotto la lista (i numeri non sono per ordine d'importanza ma puramente indicativi):

  1. Le Balze di Castelfranco Piandiscò (Ar) nel sentiero dell'acqua zolfina;
  2. Palazzo d'Arnolfo a San Giovanni Valdarno, sede anche del Museo delle Terre Nuove;
  3. Il piccolo borgo medioevale di Piantravigne (Ar), con splendida visuale sulle Balze e sul Valdarno;
  4.  Il Castello di Sammezzano che però è visitabile su prenotazione solo un paio di volte all'anno;
  5. Abbazia e Foresta di Vallombrosa;
  6. Il "Museo Masaccio", dov'è esposto il "Trittico di San Giovenale" e la Pieve romanica di Cascia a Reggello;
  7. Torre di Galatrona a Bucine (Ar), splendido punto panoramico;
  8. Museo Paleontologico di Montevarchi (Ar);
  9. Pieve romanica di San Piero a Gropina - Loro Ciuffenna (Ar);
  10. Borgo medioevale di Loro Ciuffenna (Ar) con il famoso mulino;
  11. Croce del Pratomagno, il punto panoramico tra Valdarno e Casentino;
  12. Riserva naturale di Bandella, dove in estate è possibile fare escursioni anche in barca;
  13. Piazza Marsilio Ficino a Figline Incisa Valdarno, la piazza più grande della vallata;
  14. Le Balze nella "Buca delle Fate" nel comune di Terranuova Bracciolini (Ar);
  15. Il famosissimo outlet di alta moda "The Mall" a Reggello (Fi);
  16. "Space Outlet" di Prada a Levanella di Montevarchi (Ar);
  17. Le Balze di Reggello (Fi);
  18. La Foresta di Sant'Antonio a Reggello (Fi);
  19. Il Roseto Fineschi a Cavriglia (Ar); 
  20. Ponte a Buriano (Ar);
  21. Pieve romanica di Santa Maria a Scò a Castelfranco Piandiscò (Ar);
  22. Basilica e Museo di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Valdarno (Ar), dov'è esposto "L'Annunciazione" del Beato Angelico;
  23. Caratteristico borgo di montagna di Rocca Ricciarda, frazione di Loro Ciuffenna (Ar);
  24. Villa Masini a Montevarchi (Ar), visitabile su prenotazione solo in alcuni giorni dell'anno;
  25. Museo di Scultura del Cassero a Montevarchi (Ar);
  26. Borgo medievale di Castelfranco di Sopra con la sua "Torre d'Arnolfo";
  27. Pieve Romanica di Gaville e Museo della Civiltà Contadina, sulle colline di Figline Incisa Valdarno (Fi);
  28. Museo delle Miniere "Mine" nel vecchio borgo di Castelnuovo dei Sabbioni (Ar);
  29. Borgo medioevale di Moncioni, Montevarchi (Ar);
  30. Castello medioevale di Laterina (Ar);
  31. Altopiano di Loppiano dove si trova la famosa "Cittadella", a Figline Incisa Valdarno (Fi);
  32. Ex Abbazia di Soffena a Castelfranco Piandiscò (Ar);
  33. Lo stupendo borgo medioevale del Borro (Ar);
  34. Ruderi del Castello di Cennina a Bucine (Ar);
  35. Piccolo borgo medioevale di Castiglion Fibocchi (Ar);
  36. La via dell'olio a Pergine Valdarno (Ar)
  37. Il piccolo borgo medioevale di Montemarciano (Ar) ed il Santuario della Madonna delle Grazie,
  38. Ponte romano di Pogi a Bucine (Ar),
  39. Poggio di Loro, frazione montana di Loro Ciuffenna (Ar);
  40. Piccolissimo borgo di Chiassaia famoso per la sua schiacciata;
  41. Il Parco Naturale di Cavriglia (Ar);
  42. La Garzaia di Figline Incisa Valdarno (Fi), dove fare piacevoli passeggiate,
  43. Chiesa della Collegiata e Museo di San Lorenzo a Montevarchi (Ar);
  44. Chiesa dei Santi Cosma e Damiano al Vivaio di Figline Incisa Valdarno (Fi);
  45. Peve di San Leolino a Rignano sull'Arno (Fi).
Cosa c'è da vedere tra Firenze ed Arezzo

Sicuramente mancherà qualcosa ma è solo un'anteprima di quello che potete visitare nella valle dell'Arno, una destinazione strategica nel cuore della Toscana, a metà strada tra Firenze ed Arezzo, tenetevi aggiornati seguendo questo blog anche tramite la pagina facebook o twitter.

Benvenuti alla scoperta del Valdarno Superiore!

lunedì 16 febbraio 2015

Dieci prodotti tipici del Valdarno


L'area geografica del Valdarno Superiore tra Firenze ed Arezzo, seppur abbastanza circoscritta riesce a produrre una vasta quantità di prodotti tipici, ecco i dieci principali:

  1. Il fagiolo zolfino, 
  2. L'olio extravergine di oliva,
  3. La tarese del Valdarno,
  4. Il pollo del Valdarno
  5. Il giaggiolo, 
  6. Il pane di Gorgiti, 
  7. La schiacciata di Chiassaia
  8. Il cece rosa di Reggello, 
  9. Il prosciutto del Pratomagno,  
  10. Il vino.
  • Il fagiolo zolfino

Prodotto tipico della terra delle Balze dal colore giallo come lo zolfo, che si caratterizza per la sua buccia finissima e quindi per l'alta digeribilità. Ottimo condito con l'olio extra vergine di queste zone.

  • L'olio extravergine d'oliva
Particolarmente pregiato da queste parti, coltivato nelle zone più collinari.
Le migliori sono quelle di Reggello (famoso per il suo bassissimo grado di acidità), Pergine Valdarno (dove viene coltivato il "Pergentino")  e Montegonzi, frazione di Cravriglia (Ar).

  • La tarese del Valdarno
E' una particolare pancetta di grossa dimensione la cui particolarità è nella lavorazione e nella stagionatura.
Non si trova nei supermercati ma solo da quattro macellerie della zona (VEDI QUI)


  • Il pollo del Valdarno
La razza tipica è la Valdarnese Bianca, viene allevata all'aperto e si riconosce per la piccola taglia degli animali che hanno le gambe spiccatamente gialle.

  • Il giaggiolo
Conosciuto anche con il nome di Iris, è un prodotto tipico del Valdarno, coltivato alle pendici del Pratomagno specialmente nella zona di Castelfranco Piandiscò dove in primavera si possono trovare distese di questo fiore che uno spettacolo cromatico bellissimo.
Il tubero della pianta viene usato per la produzione di profumi.

  • Il pane di Gorgiti
Gorgiti è una piccola frazione di montagna di Loro Ciuffenna (Ar) e qui viene prodotto in maniera artigianale un pane molto buono reso speciale dalla combinazione della farina e dell'acqua del posto.

  • La schiacciata di Chiassaia
Focaccia tipica della frazione di Loro Ciuffenna (Ar) di cui ho già parlato in un altro post (VEDI QUI).

  • Il cece rosa di Reggello ed il cece piccolo del Valdarno
Sono due varietà del legume prodotte esclusivamente da queste parti.


  • Il prosciutto del Pratomagno
Tipico della zona del Valdarno Aretino

  • Il vino 
Varie sono le produzioni pregiate ricavate nelle zone più collinari, aree di produzione del Chianti dei Colli Fiorentini ed Aretini dove nascono anche alcuni vini di eccellenza come ad esempio il "Galatrona" prodotto dalla Tenuta di Petrolo a Mercatale Valdarno (Ar).


Molti di questi prodotti tipici, oltre a salumi formaggi e miele, si possono trovare al "Mercatale" (il mercato coperto degli agricoltori) di Montevarchi (Ar).

venerdì 13 febbraio 2015

La merenda della domenica tra Firenze ed Arezzo

Schiacciata con i funghi

Ecco quattro luoghi dove andare la domenica, a metà strada tra Firenze ed Arezzo, in cui fare anche una squisita merenda:

  1. lo Chalet il Valico alla Consuma, 
  2. la  Bottega di Rosano, 
  3. la Bottega di Chiassaia, 
  4. l'Osteria-Bar di Rocca Ricciarda.

  • Lo Chalet il Valico alla Consuma:
Bar situato proprio sul passo della Consuma da cui ammirare splendidi scorci di paesaggio, nella bella stagione è la sosta preferita di tanti motociclisti che transitano da qui per andare in Casentino.
Da provare la schiacciata con funghi porcini accompagnata da un buon bicchiere di Chianti.
E' sempre aperto con orario continuato dalle 7.30 alle 22.00, in estate chiude alle 23,00. Chiuso la seconda e terza settimana di settembre.

  • La Bottega di Rosano:
Nel comune di Rignano sull'Arno, molto vicino a Pontassieve (FI), nei pressi dei Colli Fiorentini del Chianti e della zona del Chianti Rufina.
 E' molto più di una bottega dove potete scegliere tra un bel panino con salumi e formaggi tipici oppure i dolci fatti in casa. E' anche una trattoria tipica con una vasta scelta di vini. Nel week end è aperto dalle 8.00 alle 19.30. Se volete stuzzicarvi l'appetito visitate il sito della Bottega di Rosano.

  • La Bottega di Chiassaia:
Chiassaia è una minuscola frazione di Loro Ciuffenna (Ar), in posizione panoramica a circa 800 metri di altitudine nella strada che conduce verso il crinale del Pratomagno. Sono proprio tre case o poco più dove c'è una piccola bottega che prepara una schiacciata cotta a legna davvero squisita.
La merenda a Chiassaia è un classico per chi vive da queste parti, ormai è diventata un prodotto tipico del Valdarno, provatela con prosciutto e formaggio!
Il fine settimana è sempre aperta dalle 09.00 alle 20.00, per informazioni ecco il numero di telefono: 055 917 32 25.


  • L'Osteria-Bar di Rocca Ricciarda:
Anche questa è una frazione montana di Loro Ciuffenna (Ar), siamo a circa 950 metri d'altezza, luogo spettacolare (che ho già raccontato in altri post) con le sue tipiche casine in pietra  tra le quali c'è una piccola bottega dove gustare panini con affettati. La specialità della casa però sono le frittelle di farina di castagne alla ricotta, magari accompagnate con un buon bicchiere di vinsanto davanti al caminetto acceso, una vera delizia!
E' anche un'osteria tipica dove ci si può fermare a pranzo la domenica, il posto è piccolo ed è meglio prenotare in anticipo. Ecco i numeri di telefono: 055 97 041 00, oppure 055 97 04 004.
Nel periodo invernale è aperto solo la domenica mentre da giugno a settembre è sempre aperto.



Qui sotto trovate la mappa dei quattro luoghi suggeriti.